“Un improvviso trovarsi altrove“

Alzo lo sguardo dal divano, in un assonnato sabato pomeriggio di lockdown, e la vedo: una montagna che, pur essendo presente sotto i miei occhi da sempre, ancora non avevo guardato.

Certo, sono un po’ distratto, ma non è questo il punto.

Siccome sono un uomo del mio tempo, ho subito inforcato il cellulare e l’ho fotografata, la montagna appena disvelatasi ai miei occhi.

Certo, è una foto sgranata, non ho uno strumento fotografico all’altezza: me ne scuso, ma ancora una volta non è questo il punto.

Il punto è: nel momento in cui ho guardato la montagna, mi si sono parate davanti agli occhi le parole di Salvatore Natoli in “Le parole della filosofia”:

Un improvviso trovarsi altrove.

Continua a leggere ““Un improvviso trovarsi altrove“”